• slidebg1
    Earth, Sun, Wind, Yeasts, Wine.
    From our hands to yours
  • slidebg1
    VINO E OLIO
    SOGGIORNI IN AGRITURISMO
    EVENTI & CERIMONIE

NEWS

dall'8 Giugno 2015 - Chianti Gustalo Fresco a Roma
28-30 Maggio 2015 - Brera Wine Expo Milano
2 maggio 2015 - Detox Camp
27 Aprile 2015 - Chianti in Tour NYC The Higline Hotel
12 Aprile 2015 - Vicopisano FOOD, Teatro Verdi di Vicopisano dalle ore 15:00 alle 19:00
22-25 Marzo 2015 - Vinitaly 2015 Fiera di Verona Pad 9 C11 Consorzio Chianti
15-17 Marzo 2015 - Prowein Dusseldorf Messe Hall 16/F51 (D)
1-2 Marzo 2015 - Terre di Toscana UNA Hotel Lido di Camaiore
14 Febbraio 2015 - Anteprima Chianti 2015 ex manifattura Tabacchi - Via delle Cascine, 35 Firenze #chiantilovers
13-14 Febbraio 2015 - BuyWine Tuscany Stazione Leopolda Firenze

from our hands to yours

SOGGIORNO IN AGRITURISMO
La Pieve de’ Pitti offre ai suoi ospiti due diverse possibilità di soggiorno: in B&B , in una delle 4 camere per gli ospiti della Villa o in appartamento, in una delle tre piccole dimore del casale “Il Poggetto”.

AGRITURISMO

VINO E OLIO
Sangiovese, ma anche Canaiolo, Malvasia, Trebbiano e Vermentino piantati a raggiera sulla collina di sabbie ed argille, sferzata ogni giorno dai venti di mare che soffiano sapidi sull’uva

VINO E OLIO

Offriamo ai nostri ospiti deliziose degustazioni in vigna, corsi di cucina casalinga, giornate di relax o di extremefit a bordo piscina, eccitanti ore di caccia nei boschi, cestini di funghi e tartufi trovati nei boschi. Tutte occasioni memorabili, durante un soggiorno alla Pieve de’ Pitti

EVENTI

MATRIMONI
Se siete alla ricerca di una location speciale per il giorno delle vostre nozze, per festeggiare un Anniversario o una Luna di Miele, non cercate oltre. La Villa Pieve de’ Pitti, con la cappella, vi accoglierà in un ambiente raffinato ed esclusivo che conserva il calore della conduzione familiare.

MATRIMONI

VENDEMMIE Pieve de Pitti

2009

Inverno rigido con temeprature al di sotto della media ma senza neve.
La primavera piovosa ha anticipato una estate lunga, molto calda e siccitosa, ma con ampie oscillazioni giornaliere della temperatura specialmente in agosto. Una corretta gestione del vigneto, ha trovato, contro tutte le attese, beneficio nelle piogge di settembre, che hanno allungato le previsioni di una vendemmia davvero anticipata.

2010

Inverno lungo e rigido con qualche gelata e nevicate abbondanti fino a marzo. La primavera tarda ad arrivare, le temperature sono basse ma è la pioggia, abbondante ed incessante a caratterizzare i mesi di aprile e maggio. Piove 2 giorni su 3.
Giugno porta il sole e le temperature si fanno subito altissime: è un mese intenso di lotta alla peronospora. L’estate corre via fresca e poco soleggiata. Vendemmia tardiva ma no troppo, perché anche settembre, ahimè, è piovoso. Maturazioni anomale (abbiamo raccolto il cabernet prima del sangiovese….fate voi…..). Uno spasso gli assaggi in vigna. Finalmente un’annata con gradazioni ragionevoli e grande freschezza.

2011

L'estate sfuma già  a Settembre ed Ottobre si presente con temperature al di sotto della media. L'inverno sembra arrivare di slancio, con piogge e nevicate straordinarie prima di Natale ma, ahimè, è la pioggia a farla da padrone. L'inverno si rivela infatti mite e umido. Piove incessantemente fino ad aprile e gli scrosci costanti e intensi provocano danni alle colture e ai vigneti. A maggio, finalmente torna il sole e le temperature iniziano a salire. E' una primavera fresca, con temperature ideali, giornate limpide e senza nuvole. Continua il bel tempo fino alla prima metà  di agosto, non fa troppo caldo e il cielo sempre terso ci regala una quantità di luce eccezionale. Improvvisamente, dopo ferragosto, le temperature salgono fino a 40°. Due settimane di caldo torrido che asciuga i terreni di argilla, ancora umidi dalle piogge invernali. La maturazione delle uve subisce una accelerazione improvvisa: la vendemmia inizia con circa 20 giorni di anticipo e si conclude rapidamente. Le diversità  varietali poco contano: in meno di un mese tutta l'uva è in cantina. Le fermentazioni sono difficili, ma la struttura del vino è eccezionale. Tannini eccellenti, già  setosi e una grande concentrazione di antociani. Un'annata entusiasmante.

2012

Ottobre caldo si va ancora al mare. L'inverno tarda ad arrivare, il freddo non si fa sentire fino a febbraio, quando le nevicate arrivano, per il secondo anno consecutivo, abbondanti e prolungate, andando a sommarsi alle ultime piogge, torrenziali, di novembre, a caricare le argille di acqua e minerali. Buona scorta per la stagione estiva. Le gelate di fine inverno stroncano i germogli. A marzo, d'improvviso sembra quasi estate, fa molto caldo, il sole splende e le temperature salgono sopra la media. Ma la primavera continua, instabile fino a giugno. Non piove, ma il sole è pallido. E poi, arriva l'estate: la lunga estate 2012 con 5 mesi abbondanti di siccità , più di 45 giorni, tra giugno e agosto, in cui la T° è salita sopra 30°C. Punte di caldo torrido tra fine luglio e la prima metà  di agosto. La fortuna vuole che i venti di mare soffiano ancora, a portare un pò di refrigerio agli uomini e ai grappoli. La vendemmia sarà anticipata. Va bene. La vendemmia sarà  breve. Meno bene. La resa scende di circa il 40%. La qualità , a discapito di tutte le aspettative, sembra essere, soprattutto per alcune varietà quali Sangiovese e Syrah, eccellente. La vendemmia 2012 è iniziata il 6 Settembre.

2013

L'inverno tarda a farsi sentire. Quest'anno, poca la neve che scende sulle Terre di Pisa e le temperature si mantengono piuttosto alte. In compenso arrivano le piogge, incessanti e abbondanti, che rimpinguano le risorse idriche delle argille della Valdera. Ma la primavera non si fa vedere. Piogge talvolta anche torrenziali e temperature più che rigide accompagnano i mesi di febbraio, marzo e aprile. La quantità  di pioggia caduta in un mese supera ogni record. Le temperature rimangono fresche, ben al di sotto delle medie stagionali fino alla fine di Maggio, e il sole fa capolino a fatica tra le nubi plumbee.
A giugno, finalmente, si rasserena. Le piante hanno sofferto le lunghe piogge primaverili e sembrano ancora dormienti, la vegetazione stenta a ripartire. La fioritura, comunque arriva in orario intorno alla prima settimana di giugno. Ma il freddo non da tregua e attacca le infiorescenze. Pioggia e basse temperature segnano la strada alla pernospora che ci fa dannare fino a metà luglio. Poi, improvvisamente, scoppia il solleone. Temperature oltre I 30 gradi accompagnano tutto il mese di agosto. L'uva, impreparata, si brucia subito. Si ritorna in vigna a cercare di riparare i grappoli dai raggi del sole. Settembre porta invece frescura e piogge delicate. le gradazioni alcoliche finalmente si stemperano. Sarà  un'annata di grande eleganza."

2014

L'inverno quest'anno non è proprio arrivato. Senza freddo e senza neve le vigne non sono andate in riposo e la ripresa vegetativa è stata rapida e assai precoce. Le consuete nevicate hanno lasciato il posto a piogge intense ed abbondanti, che non ci hanno mai abbandonato fino al mese d'agosto. E' l'annata più piovosa che mi ricordi. La primavera umida e fresca arriva presto e i germogli fioriscono precocemente. Tutto farà  pensare ad una vendemmia anticipata, ma le piogge insistono e la vegetazione continua a crescere fino ad agosto. E' una annata di lavoro intenso in vigna, a defogliare e cimare, per lasciare al sole e ai venti di scirocco i grappoli numerosi e succosi. Questa la nostra fortuna in un'annata per molti disastrosa. Piogge ma nessun temporale ne grandine e sempre, costante, una brezza marina che asciuga e da sapore. La peronospora è sotto controllo. Oidio assente. Settembre soleggiato ci spinge a rischiare un po' e ad iniziare la vendemmia senza anticipi ne ritardi. Si coglie la prima uva il 18 di settembre.

2015

Al termine della vendemmia, arrivano subito le piogge, intense e prolungate che rubano tempo alle lavorazioni autunnali. L'inverno inizia mite, ma a Natale le temperature scendono bruscamente sotto lo zero. Le viti entrano lentamente in riposo vegetativo alla fine di dicembre  Gennaio è freddo ma senza neve e ancora piogge. Marzo si preannuncia con fortissime raffiche di tramontana e grechale che spazzano via l'umidità invernale e le temperature, sotto il sole terso, salgono rapidamente. le prime gemme si cotonano a metà mese.

From our hands to yours

Earth, Sun, Wind, Yeasts, Wine

Disponibilità e Prezzi
Calcola preventivo online





Share page:
agriturismo toscana
   [ Copyright | Privacy Policy | Cookie Law | Tag Cloud | Site Map ]    [ Credits: Anyweb Consulting Pisa - powered by Pisa Online | Network Hotelsweb.it | Web Marketing Alberghiero ]    siti web agriturismo toscana